Regolamento del Campo

I Conduttori dei cani sono tenuti a rispettare le decisioni del Responsabile di campo ed a riferirsi a lui per qualunque problema dovesse sorgere.

In questo campo di addestramento non sono ammesse richieste per l’utilizzo di metodi e mezzi di addestramento coercitivi che possano nuocere alla salute psicofisica del cane (quali collari elettrici e meccanismi affini, collari con le punte ecc…).

I Conduttori non possono prendere accordi in autonomia con gli Addestratori per passare da una disciplina ad un’altra senza il consenso del Responsabile di campo.

In caso di reiterate e gravi infrazioni al regolamento di campo il Consiglio Direttivo del Gruppo Cinofilo Provinciale Lecchese si riserva di sospendere il Conduttore dall’uso del campo senza alcun rimborso della quota di socio sostenitore.

All’interno del campo i cani devono essere sempre tenuti al guinzaglio, tranne che per esigenze di addestramento su espresso invito dell’Addestratore.

I Conduttori sono vivamente pregati di fare in modo che i propri cani regolino i propri bisogni fisiologici all’esterno del campo. Se ciò dovesse verificarsi all’interno del campo i conduttori sono tenuti a provvedere sollecitamente alla pulizia.

La pulizia e l’ordine sono affidati alla buona educazione dei presenti. Ogni rifiuto deve essere gettato negli appositi contenitori.

I Conduttori sono vivamente pregati di fare attenzione a non dimenticare nulla sul campo ( giochi per cane, guanti, giubbotti, ecc…).

Le femmine in calore non possono essere introdotte nel campo e nelle zone di servizi a meno che sia stata data l’autorizzazione da parte dell’addestratore.

È rigorosamente vietato introdurre in campo e nella zona di servizio cani che non hanno il libretto sanitario in ordine e vaccinazioni regolari e/o affetti da malattie contagiose.

Il Conduttore si impegna ad accettare le decisioni dell’Istruttore e del Responsabile di campo, rispettando sempre il regolamento del campo. Durante l’uso del campo di addestramento solleva il Gruppo Cinofilo Provinciale Lecchese da ogni responsabilità per danni che possano avvenire a se stesso, al cane, o ad altri all’interno del campo di addestramento, o all’interno delle zone di servizio assumendosi inoltre la piena responsabilità per danni a persone o cose procurate dal proprio cane.

L’accesso al campo è consentito soltanto ai cani coperti da assicurazione per eventuali danni cagionati a persone o cose.

Gruppo Cinofilo Provinciale Lecchese

Il Presidente
Roberto Tavola