Di cosa si tratta..

La Pet Therapy è l’interazione tra uomo e animale. È importante ricordare che di per sé, nonostante il nome, non è una terapia, ma è una metodologia, uno strumento che integra le terapie tradizionali. In alcuni casi il rapporto con l’animale può favorire un canale privilegiato di comunicazione ed espressione emotiva.

Il termine Pet Therapy viene introdotto per la prima volta nel 1960 dal neuropsichiatra Boris Levinson quando notò il rapporto che si era instaurato tra i suoi piccoli pazienti il suo cane, che spesso portava in studio. Quel rapporto, caratterizzato da accettazione incondizionata e dalla possibilità di contatto fisico, favoriva di conseguenza un rapporto più stretto con il terapeuta.

Interventi Assistiti dagli Animali

Gli Interventi Assistiti dall’Animale (IAA) si distinguono in: Attività Assistite dall’Animale, Terapie Assistite dall’ Animale e Educazione Assistita dall’Animale.

Le Attività Assistite dall’Animale (AAA)

Le AAA sono costituite da interventi di tipo educativo-ricreativo con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone. Gli interventi possono essere svolti in ambienti di vario tipo e prevedono la partecipazione di un Operatore specializzato in ambito umano e del Conduttore con il proprio animale. Le AAA possono essere individuali o di gruppo.

Le Terapie Assistite dall’Animale (TAA)

Le TAA sono costituite da interventi con obiettivi specifici predefiniti. Gli incontri si svolgono sempre alla presenza del professionista con esperienza specifica nel campo, nell’ambito dell’esercizio della propria professione. Le TAA hanno l’obiettivo di favorire il miglioramento delle funzioni fisiche, sociali, emotive, cognitive e vengono effettuate individualmente o in gruppo in diverse strutture. Gli interventi vengono documentati e valutati.

L’Educazione Assistita dall’Animale (EAA)

Le EAA sono costituite da interventi con obiettivi specifici predefiniti. Gli incontri si svolgono sempre alla presenza del professionista in ambito educativo: insegnante, pedagogista, educatore professionale, psicologo, ecc e hanno l’obiettivo di migliorare le funzioni cognitive.

Esempi di obiettivi degli Interventi Assistiti dall’Animale

· Migliorare le abilità motorie;
· Migliorare le condizioni di equilibrio fisico;
· Migliorare la capacità d’attenzione;
· Migliorare l’autostima;
· Ridurre l’ansia;
· Ridurre il senso di solitudine;
· Migliorare il vocabolario e la capacità di lettura;
· Stimolare l’apprendimento;
· Aiutare la memoria a breve/lungo termine;
· Favorire il senso di responsabilità;
· Favorire il rispetto delle regole;
· Stimolare la curiosità verso nuovi interessi;
· Favorire le interazioni all’interno di un gruppo;
· Facilitare l’integrazione
· Promuovere la conoscenza e il rispetto dell’”Altro”