Super Green Pass

News dal Sito ENCI del 01 Dicembre 2021

“Con riferimento alle nuove misure urgenti emanate dal Governo per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, si informa che per lo svolgimento di manifestazioni (prove, esposizioni e raduni), assemblee, convegni, corsi di addestramento è d’obbligo per tutte le persone coinvolte in qualsiasi veste (es. organizzatori, esperti giudici, conduttori, proprietari, docenti, candidati) essere in possesso del super green pass (detto anche green pass rafforzato).

Si ricorda che solo le persone vaccinate o guarite dal Covid-19 avranno il super green pass, valido in tutto il Paese per le attività di cui sopra, anche se organizzate in zona bianca.

Il super green pass è in vigore dal 6 dicembre al 15 gennaio 2022 (salvo proroghe).

Si ringraziano tutti i cinofili per la collaborazione e per il senso di responsabilità. “

https://www.enci.it/enci/news/super-green-pass-obbligatorio-per-le-manifestazioni-enci

Scopriamo insieme l’Agility

L’Agility nasce come disciplina cinofila sportiva nel 1977 in Inghilterra, la prima esibizione fu inserita nel ring d’onore del Crufts per intrattenere gli spettatori tra il termine del Campionato di Obedience e i giudizi di razza.

Originariamente l’Agility non nasce quindi come disciplina a sé stante, ma più come “riempitivo ” per i tempi morti durante le gare di bellezza. Ben presto questa “funzione” si rivelerà troppo stretta per un’attività che ha riscosso fin da subito enorme successo sia fra i conduttori che tra il pubblico inglese. Il successo è stato tale che via via l’agility uscì dai confini inglesi per “colonizzare ” dapprima i paesi del Nord Europa (Olanda, Belgio, Francia, Germania) fino ad affermarsi all’inizio degli anni 90 in tutta Europa, Italia compresa.

E’ nel 1990 che anche in Italia inizia ad assumere il suo giusto posto: viene infatti riconosciuta dall’E.N.C.I. ed entra di diritto nella Federazione Cinofila Internazionale (FCI). Nel maggio ’90 la prima gara apre la strada a questa meravigliosa disciplina che ha portato nel mondo della cinofilia una ventata di novità, allegria, spensieratezza e gioco e affermandosi anche dal punto di vista tecnico.

Ma in che cosa consiste l’agility?

L’agility è una disciplina sportiva aperta a tutti i cani in salute e fisicamente in forma. La sua finalità consiste nell’affrontare ostacoli con lo scopo di testare, evidenziare e migliorare la destrezza e la capacità di addestramento dei cani. Si tratta di un’attività educativa e sportiva intesa a favorire l’integrazione del cane nella società è quindi indissolubilmente legata all’educazione di base e all’obbedienza. L’agility implica ottima armonia tra il cane e il suo conduttore che porti ad un alto livello d’intesa

All’atto pratico si tratta di un percorso ad ostali che il cane dovrà affrontare nel minor tempo possibile, e comunque entro un tempo massimo (detto TMP Tempo Massimo Percorso), commettendo il minor numero di penalità.

La lunghezza effettiva del percorso varia dai 100 ai 220 mt e, a seconda della classe, verrà richiesto al cane di affrontare da 15 a 22 ostacoli di cui almeno 7 devono essere salti. A seconda della loro disposizione, gli ostacoli disposti lungo il percorso, renderanno il tracciato più o meno complesso e/o veloce.

Gli ostacoli non vengono affrontati con un percorso “a piacere”, infatti la sequenza con la quale il cane dovrà affrontarli è stabilita dal Giudice e se non rispettata comporta l’eliminazione

Al nostro fedele amico oltre alla velocità, viene richiesto un alto livello di precisione. Infatti, contrariamente all’idea comune, il tempo non è il fattore di chiave di questa disciplina (nonostante sia importante), ma lo è maggiormente la precisione: tra due cani che compiono il percorso nel medesimo tempo, si classificherà meglio quello che ha fatto meno errori!

Esistono due tipologie di errori: errori sul tempo e errori sul percorso (generali e specifici dei singoli ostacoli), ogni errore comporta delle penalità in termini di punti. Alcuni errori, come affrontare l’ostacolo al contrario, comportano l’eliminazione.

la palizzata è un ostacolo “contatto” in quanto il cane deve toccare con almeno una zampa, o parte di zampa, la zona di contatto (quella bianca) sia nella fase ascendente che discente per non prendere penalità

Gli ostacoli si dividono in 3 categorie: Salti (salto singolo, doppio, viadotto, ruota, salto in lungo), contatti (Bascula,palizzata e passerella) e Altri (tunnel rigido e morbido e slalom). Una prova può prevedere due tipi di prove: l’agility e il Jumping ( come l’agility, ma senza gli ostacoli compresi nella categoria “Contatti”).

Tre sono anche le categorie previste dal regolamento sulla base dell’altezza al garrese: Small per cani inferiori a 35cm, Medium per cani da 35 cm e inferiori a 43 cm, Large per cani a partire dai 43 cm.

L’agility, nonostante la freschezza e la giocosità con la quale si manifesta a livello visivo, è in realtà una discplina che richiede grande preparazione tecnica e lavoro “di testa” per i nostri amici a quattro zampe oltre che grande prestanza. Detto ciò è possibile praticarla anche a livello non agostico con il semplice scopo di trascorrere del tempo insieme accrescendo il nostro rapporto con lui, aumentando le sue competenze, migliorando la percezione che esso stesso ha del proprio corpo e dei movimenti che è in grado di compiere e soprattutto accrescendo la sua autostima (l’attraversamento dell’ostacolo è autograficante)!

Se scoprire qualcosa di questa disciplina ti ha incuriosito contattaci allo 3927070118 e vienila a scoprire in campo!!!!!

Riapertura al pubblico della Delegazione

RIAPERTURA AL PUBBLICO SOLO SU APPUNTAMENTO

  • Gli appuntamenti potranno essere fissati telefonando al 0341369740 il martedì dalle 15,00 alle 18,30 e il giovedì dalle 09,00 alle 12,00 o per e-mail info@gruppocinofilolecchese.it.
  • L’ingresso sarà consentito ad una sola persona per volta munita di mascherina, guanti e dovrà igienizzarsi le mani con il gel messo in dotazione dall’ufficio.
  • Si raccomanda di rispettare l’orario di appuntamento al fine di evitare assembramenti all’esterno.
  • Si raccomanda di avere tutta la documentazione debitamente compilata e corredata di tutti gli allegati previsti (copia documento d’identità e certificati di inoculazione microchip)
  • Si invita gli allevatori a continuare a privilegiare la spedizione dei modelli A e B, con raccomandata o PEC o anticipare le pratiche via e-mail e in seguito portare o spedire gli originali.

E’ VIETATO L’ACCESSO AI SOGGETTI:

  • SPROVVISTI DI DISPOSITIVI PROTETTIVI INDIVIDUALI;
  •  SPROVVISTI DI APPUNTAMENTO;
  • NON RISPETTERANNO L’ORARIO;
  • MOSTRERANNO SINTOMI INFLUENZALI (febbre, raffreddore,tosse)
  • CON FEBBRE SUPERIORE A 37,5°

Riapertura Delegazione e norme di accesso

A seguito delle nuove disposizione Nazionali e Regionali che consentono la ripresa delle attività, la delegazione E.N.C.I. di Lecco riaprirà il 19 Maggio 2020.

  • al  fine di rispettare il protocollo di sicurezza e il distanziamento sociale l’attività al pubblico si svolgerà esclusivamente previo appuntamento
  • Gli appuntamenti potranno essere fissati chimando il numero 3335443543 o tramite mail info@gruppocinofilolecchese.it
  • si raccomanda di rispettare l’orario dell’appuntamento per evitare assembramenti all’esterno
  • l’ingresso sarà consentito ad una sola persona per volta munita di mascherina e guanti che dovrà igienizzarsi con gel messo a disposizione dall’ufficio.
  • Si raccomanda di avere tutta la documentazione debitamente compilata e completa di tutti gli allegati previsti (copia documento di identità e certificato di inoculazione microchip)
  • s’invitano gli allevatori a continuare a preferire la spedizione dei modelli A e B, con raccomandata o Pec o  anticipare le pratiche a mezzo e-mail e in seguito portare/spedire le copie originali.

NON SARA’ CONCESSO L’ACCESSO A COLORO CHE:

  • Saranno sprovvisti di dispositivi di protezione individuale
  • Non avranno preso appuntamento
  • Non rispetteranno l’orario dell’appuntamento
  • Chi mostrerà sintomi influenzali (febbre, raffreddore, tosse)
  • in presenza di temperatura corporea superiore a 37,5°

IMPORTANTE

Trattamento pratiche in scadenza durante i periodi di chiusura delle Delegazioni

Ricordiamo la gestione delle pratiche in scadenza durante i periodi di chiusura delle delegazioni ENCI.
Al  fine di non creare disagi agli allevatori che devono presentare pratiche attinenti al Libro genealogico i cui termini scadono nel periodo di chiusura della Delegazione, si informano tutte le Delegazioni dell’ENCI che l’allevatore potrà:

 1) inviare la documentazione a mezzo raccomandata alla Delegazione di competenza, così da dimostrare attraverso il timbro postale la presentazione nei termini previsti;

 oppure:

 2) depositare le pratiche i cui termini scadevano nei giorni di chiusura, entro 10 giorni della riapertura della Delegazione. In questo caso la Delegazione apporrà sulle pratiche una nota riportante i motivi della presentazione ritardata, senza alcun onere a carico dell’allevatore (verifica cucciolata tramite esame parentale, maggiorazione) riferito al ritardo della presentazione.

Pagina MODULISITICA

COME ASSOCIARSI

Per diventare soci del Gruppo Cinofilo Lecchese dovete compilare la scheda associativa ,  effettuare il pagamento della quota di 25 euro.

La tessera vi permetterà di ricevere a domicilio mensilmente la rivista “I Nostri Cani”, edita dall’E.N.C.I.
Inoltre la tessera ENCI  dà diritto all’assicurazione socio e cane di proprietà del tesserato.

Scheda Associativa SCHEDA ASSOCIATIVA Modulo Iscrizione Socio Gruppo Cinofilo Lecchese

I pagamenti potranno essere effettuati tramite
BONIFICO al Gruppo Cinofilo Lecchese  IBAN IT87X0569622903000002471X55
Inviando per mail all’indirizzo  info@gruppocinofilolecchese.it  la copia bonifico e la copia modulo .

PROVA CAE-1..di cosa si tratta?

Il CAE-1 è un test di controllo dell’affidabilità e dell’equilibrio psichico dei cani nonché della capacità di controllo da parte del conduttore.

Il CAE-1 è un test che mira a certificare un cane socialmente affidabile e senza problematiche di comportamento prendendo in considerazione il binomio cane-conduttore nella vita quotidiana. A tal fine più persone possono sostenere il test del CAE-1 con lo stesso cane, in quanto un soggetto può avere comportamenti diversi a seconda del conduttore.

L’ENCI, anche attraverso i Gruppi Cinofili e le Associazioni Specializzate riconosciute, promuove percorsi formativi per proprietari di cani con rilascio di specifica attestazione al fine di svolgere un importante compito sociale di supporto ai proprietari dei cani e di garanzia per i tutti i cittadini.

TUTTE LE INFORMAZIONI SUL CAE1 POTETE TROVARLE QUI —> cae-1